Alcuni contenuti o funzionalità qui potrebbero non essere disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie!

Ciò accade perché la funzionalità/contenuto contrassegnato come “Facebook Pixel [noscript]” utilizza cookie che hai scelto di disabilitare. Per visualizzare questo contenuto o utilizzare questa funzionalità, ti preghiamo di abilitare i cookie: clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Una riflessione da condividere


arch. Giuseppe Maria Jonghi Lavarini 
Direttore Responsabile CHIESA OGGI 

Arch. Giuseppe Maria Jonghi Lavarini

Affianca questo mio editoriale una profonda e sensibile testimonianza di S.Em. Cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, che accogliendo l’invito di una sua gradita presenza tra le pagine di Chiesa Oggi , ci invita a riflettere sulla “centralità della tavola eucaristica” . 

Cogliendo in prima persona questa riflessione matura in me un senso profondo che rafforza l’impegno portato avanti in oltre 30 anni di pubblicazioni dell’edizione CHIESA OGGI, promuovendo verso tutti i colleghi progettisti una particolare attenzione sui valori di centralità eucaristica dell’altare. 

Bernini baldacchino 
httppotenziamentolanzi.blogspot.com 

In questi decenni tanto si è fatto per la formazione della Committenza, che attraverso convegni, seminari e incontri promossi dall’Ufficio Nazionale dei Beni Culturali e l’edilizia di Culto della CEI su tutto il territorio nazionale, ha affrontato e documentato i temi sull’adeguamento dell’area presbiteriale come spazio progettuale avente la stessa valenza della progettazione dell’intero complesso architettonico

La riflessione che vorrei condividere, è proprio quella di ampliare lo sguardo a una progettualità che coinvolge tutto il volume stesso dell’impianto architettonico. 

Il passato ci mostra esempi di eccellenza dove le volte, la cupola, il baldacchino, il ciborio, il coro sono sempre ricchi volumi che danno all’altare il suo ruolo protagonista, punto di riferimento fonte sacrale. 

Progettare uno spazio sacro che racchiude nei sui elementi materiali e immateriali, fatti anche di prospettive e di luce naturale e artificiale, un percorso prospettico visivo e tattile che porta all’altare. 

Un percorso capace di sottolineare e coinvolgere lo sguardo del fedele e di tutta la comunità partecipante verso l’altare quale luogo centrale dell’azione liturgica

Condividi

Lascia un commento

Su questo sito web utilizziamo strumenti di prima o terza parte che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare rapporti sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare i nostri servizi/prodotti in modo appropriato (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.

Alcuni contenuti o funzionalità qui potrebbero non essere disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie!

Ciò accade perché la funzionalità/contenuto contrassegnato come “%SERVICE_NAME%” utilizza cookie che hai scelto di disabilitare. Per visualizzare questo contenuto o utilizzare questa funzionalità, ti preghiamo di abilitare i cookie: clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.