Ad ogni stile il suo lampadario

La Sanguineti Addobbi è una ditta specializzata nella realizzazione di addobbi, restauro lampadari e realizzazione di nuovi lampadari.

L’azienda si dedica sia al restauro che realizzazione di lampadari, mantenendo tecniche e stili antichi grazie all’alto livello artigianale aziendale. La tornitura e intaglio dei legni viene fatta a mano e la doratura è eseguita in foglie di oro zecchino o simil oro. Non vengono utilizzate vernici e i legni usati sono di tipo massello e stagionati in modo da garantire durabilità nel tempo e la massima qualità del prodotto.

I lampadari come addobbo di edifici sacri

I lampadari nascono come addobbo nel settecento e venivano installati nelle festività patronali. All’epoca i lampadari erano con candele di cera alte in media quaranta centimetri. Nei primi del novecento, con la diffusione della rete elettrica, vennero introdotti i lampadari con porta lampadine a forma di candela.

Gli addobbi luminosi solitamente vengono posizionati lungo le navate ed il presbiterio. Oppure vengono posizionati seguendo la linea dell’arco sopra l’altare.

Chiesa San Bartolomeo della Ginestra (Sestri Levante)

La realizzazione di un nuovo lampadario

Certi tipi di lampadari non esistono in commercio, per questo vengono realizzati artigianalmente. La realizzazione di un nuovo lampadario prevede una attenta progettazione. Infatti, ogni chiesa ha il suo particolare stile a cui il lampadario deve adattarsi. Capacità della ditta Sanguineti è far comprendere al meglio al cliente ciò di cui ha bisogno. Per questo, partendo da un modello di base di lampadario si definiscono i vari elementi. Innanzitutto si cerca di capire la dimensione adatta, altezza, diametro, numero di luci e il numero di lampadari necessari. Ad esempio in una piccola chiesa potrebbe essere più congruente posizionare due lampadari piccoli piuttosto che uno grande. Dopodiché si decide il tipo di doratura e la tipologia di ciondoli, di cui esistono varie forme e dimensioni. L’elevata personalizzazione del lampadario può addirittura portare alla realizzazione di un prototipo. A seguito della loro installazione, necessitano di essere puliti circa ogni quindici anni, dipende da dove vengono issati, per dargli nuova lucentezza.

Nuovi lampadari a sei luci con fusto solo tornito il tutto dorato in foglia e gocce con vetro molato
Chiesa di Nostra Signora della neve – Camposasco (Genova)

I differenti tipi di lampadari

Il tipo di lampadario tipicamente trattato dalla ditta Sanguineti è il lampadario di tipo Genovese. Questo modello è composto da un fusto ligneo intagliato. Anticamente veniva usata l’essenza di olmo. Attualmente la realizzazione viene eseguita con legni di Cirmolo o Tiglio perché più duraturi. Possiede bracci e in ferro culminanti in porta lampadine a forma di candele. Altri modelli utilizzati sono i lampadari stile impero di tipo a cestino con fili e cristalli, e lampadari barocchi anche detti Luigi XVI. Questi modelli vengono adattati in base alle esigenze ed ai contesti. Ad esempio nelle chiese gotiche solitamente si abbina un lampadario stile impero mentre nelle chiese barocche si abbina un lampadario con fusto intagliato e bracci, in stile genovese

In una chiesa romanica invece viene utilizzato un modello di lampadario stile impero, ma più semplice e snello, per non contrastare con la semplicità dell’ambiente e non distrarre il fedele con un elemento troppo appariscente.

Tendenzialmente il lampadario realizzato sarà più elaborato in un ambiente già ricco e sontuoso, in modo da amalgamarsi col contesto.

Il restauro dei lampadari

Il restauro dei lampadari segue la logica della pulizia e del riadattamento in base a dove devono essere collocati. Ad esempio nel caso di un lampadario tardo neoclassico posizionato in una chiesa contemporanea contraddistinta da elementi in cemento, il restauro consiste nel dare una patina più scura all’elemento per non renderlo troppo appariscente.

Il restauro di un lampadario segue differenti fasi. Prima di tutto viene realizzato un accurato book fotografico che immortala il lampadario allo stato di fatto. Dopodiché viene eseguito un trattamento antitarlo e consolidamento delle parti lignee. I pezzi in cristallo o vetro vengono lavati, poi smontati dal lampadario uno per uno e lavati i singoli elementi diverse volte. Infine vengono ritessuti con filo in ottone nella struttura del lampadario, come erano in origine. Una specializzata ditta veneziana riproduce fedelmente gli elementi in vetro degradati o mancanti.

Restauro lampadari impero del coro, Basilica Santa Maria degli Angeli – Assisi (Perugia)

Associazione Arti Sacre

Alberto Sanguineti, titolare della Sanguineti Addobbi, è anche presidente dell’associazione Arti sacre. L’associazione nasce in Italia nel 2017 dalla sinergia di selezionate aziende e operatori attivi nel settore dell’Arte Sacra. AssoArtiSacre è impegnata nel sostenere, difendere e promuovere il Made in Italy valorizzando e favorendo le artigianalità, le arti, promuovendo e perseguendo la qualità, l’arte e l’etica professionale della produzione Italiana nel mondo, senza escludere gli operatori europei che perseguono la qualità e l’etica tipica della produzione italiana.

Le imprese facente parti dell’associazioni garantiscono alta qualità dei loro prodotti ed entrano a far parte di una rete di imprese che collaborano tra loro.

https://associazioneartisacre.it/

Arch. Paola Bettoni

Condividi