LA MANUTENZIONE DEL PATRIMONIO MONUMENTALE

L’importanza del ripristino e della manutenzione del patrimonio storico monumentale grazie al consolidamento di terreni, strutture e murature

Gli interventi con resine espandenti permettono il ripristino di edifici e manufatti con valenze storico-artistiche in tempi rapidi, garantiscono le funzionalità, la protezione, la corretta conservazione, la valorizzazione e tutelano l’originario aspetto.

Nell’ambito della manutenzione e della salvaguardia degli edifici storico-religiosi due degli interventi più diffusi riguardano il consolidamento dei terreni di fondazione ed il ripristino delle murature.

Un intervento significativo ha riguardato la Basilica dei SS Cosma e Damiano a Roma. La Basilica è Dedicata ai due fratelli greci, dottori, martiri e santi Cosma e Damiano. Questa importante chiesa di Roma è situata nel Foro di Vespasiano (Foro della Pace), a circa 300 metri dal Colosseo e 400 metri dal Vittoriano. Il muro che costituisce il fianco sinistro della rampa di accesso alla Basilica e che delimita lo scavo sul Foro Romano presentava cedimenti differenziali. La parte superiore di tale muro, in laterizio mentre la parte inferiore è “una macera” con nucleo in blocchi lapidei privi di legante e paramento esterno in conci di tufo, presentava evidenze di disgregazione del pietrame murario.

Parla il geologo: ripristinare strutture con iniezioni di resine

PROBLEMATICHE

Crepe nei muri, murature cedevoli, fessurazioni e cedimenti nelle pavimentazioni.

SOLUZIONI

Consolidamento del terreno di fondazione e ripristino del legante murario attraverso iniezioni di resine espandenti.

VANTAGGI

Interventi conservativi, rapidi, senza necessità di scavi, immediata fruibilità della zona trattata, nessuna limitazione alle funzionalità religiose.


Immagine 1: comparazione pre e post intervento di riqualificazione

L’esigenza della committenza era quella di rinforzare la muratura in elevazione e consolidare il terreno di fondazione del muro stesso. Per raggiungere questi obiettivi si è optato per le soluzioni Uretek® grazie ad interventi con tecnologie Uretek Walls Restoring® e Uretek Deep Injections®. Con Uretek Walls Restoring® si è ricostruita l’integrità del muro per complessivi 178,5 m³ riempiendo i vuoti in esso presenti grazie alla resina, che non subisce dilavamento ed è impermeabile.
Con Uretek Deep Injections® sono state migliorate le caratteristiche meccaniche ed idrauliche del terreno di fondazione, sottostante 17 ml di muratura.
L’intervento complessivo si è svolto nell’arco di soli 6 giorni.

L’IMPORTANZA DELLE INDAGINI PRELIMINARI

In un manufatto storico, prima dell’esecuzione dei lavori è importante eseguire delle accurate analisi. Primariamente viene consultata la documentazione storica esistente tramite la visione di sezioni, disegni ed altre informazioni disponibili. In tal modo si può capire quale era la struttura originaria del manufatto, comprendere cosa può nascondere e conoscere la sua stratigrafia interna. Dove possibile vengono inoltre effettuati carotaggi, prove penetrometriche sui terreni e test di laboratorio sui materiali.

INTERVENTO DI RIPRISTINO DEL LEGANTE MURARIO

Le fasi operative sono state:

  1. esecuzione delle perforazioni di diametro pari a 26 mm in senso orizzontale attraverso la muratura seguendo una maglia a quinconce con interasse definito
  2. inserimento di tre cannule d’iniezione per ciascun foro che hanno raggiunto le distanze di 0,80 metri, 1,80 metri e 2,30 metri dalla superficie esterna del muro
  3. iniezioni della speciale resina Uretek® partendo dalla linea più bassa della muratura.

La resina, espandendosi, ha potuto raggiungere le cavità prossime al punto di iniezione e di conseguenza saturare i vuoti della muratura e ricostituire la sua struttura.

Figura 1: Schema intervento Uretek® di ripristino muratura ammalorata

Foto 2: Intervento Uretek Walls Restoring®

INTERVENTO DI CONSOLIDAMENTO DEL TERRENO DI FONDAZIONE

Le fasi operative sono state:

  1. esecuzione delle perforazioni diametro pari a 26 mm, attraverso la muratura fino a una profondità massima di 1,10 metri oltre il piano di posa della stessa
  2. posa delle cannule di iniezione
  3. iniezione della resina Uretek ® ad alta pressione di rigonfiamento.

L’addensamento, indotto nel terreno dalle iniezioni di resina espandente, ha prodotto un miglioramento delle caratteristiche meccaniche ed idrauliche dei terreni, riempiendo contemporaneamente i vuoti presenti nel volume trattato.


Figura 2: Schema intervento Uretek® di consolidamento terreno di fondazione

Foto 3: Intervento Uretek Deep Injections®

L’IMPORTANZA DEL MONITORAGGIO DELLA STRUTTURA TRATTATA

Quando si interviene su questa tipologia di strutture è fondamentale porre molta attenzione al monitoraggio durate l’esecuzione. Gli interventi URETEK® possono essere monitorati attraverso la combinazione di tre differenti strumenti di controllo. In tal modo è possibile verificare il principio di sollevamento della struttura segno dell’avvenuta compattazione del terreno evitando possibili danni.

Sistema LASER

Questo sistema di monitoraggio, con un’accuratezza di mezzo millimetro, permette di verificare in tempo reale la reazione o il sollevamento di parti del fabbricato grazie all’utilizzo di ricettori laser posizionati su punti definiti dell’edificio.

Monitoraggio radar 3D

Uretek® monitora l’intera struttura tramite strumentazione Radar 3D in grado di scandagliare tutta la superficie dell’edificio. Il Radar 3D verifica ad ogni istante centinaia di punti registrando il loro spostamento in tutte le direzioni in tempo reale con una precisione del decimo di millimetro.

Prove Geolettriche

Grazie a questa tecnologia Uretek® può investigare il terreno oggetto dell’intervento misurando la sua resistività per individuare la migliore posizione dei punti di iniezione e la quantità ottimale di resina da iniettare in ciascun punto, assicurando l’omogeneità del trattamento.

VERIFICA DEL RISULTATO CON PROVE PENETROMETRICHE COMPARATIVE

Prima e dopo l’intervento di consolidamento sono state eseguite delle prove penetrometriche per verificare gli incrementi delle caratteristiche meccaniche del terreno.


Figura 3: Prove di comparazione penetrometriche pre e post intervento di consolidamento terreno di fondazione

L’IMPORTANZA DI PROGETTARE L’INTERVENTO

In collaborazione con il Politecnico di Torino Uretek® ha sviluppato il software di calcolo S.I.M.S. 2.0 per la progettazione di interventi di consolidamento del terreno con la resina espandente Uretek Geoplus®. S.I.M.S. 2.0 permette di stimare il miglioramento delle caratteristiche del terreno in termini di aumento di resistenza statica o dinamica consentendo di dimensionare un intervento di consolidamento secondo le esigenze di progetto.

URETEK® PER IL SISTEMA MONUMENTALE E STORICO

Ripristino cedimenti strutturali:

  1. Recupero di cedimenti differenziali di strutture portanti e fondazioni
  2. Ripristino della planarità di pavimentazioni, piazze e manufatti

Messa in sicurezza:

  1. edifici con strutture lesionate (crepe) o edifici lesionati
  2. murature e strutture controterra
  3. strutture e cavità antropiche potenzialmente pericolose

Adeguamento terreni e murature e prevenzione al rischio sismico:

  1. Mitigazione del rischio di liquefazione dei terreni di fondazione
  2. Miglioramento sismico di murature mediante iniezioni di consolidamento

le Interviste di CHIESA OGGI

Approfondimento video del Dott. Fabio Sartori, geologo di URETEK

Uretek Group

Azienda italiana con sede in provincia di Verona, da oltre 30 anni (e più di 55.000 interventi eseguiti) Uretek Group si pone al fianco di Progettisti, Tecnici, Enti Pubblici e Aziende di costruzione e manutenzione edifici storico religiosi per l’esecuzione di lavori e per l’assistenza alla progettazione dei propri interventi.

Uretek® opera attivamente (con filiali di proprietà) in Spagna, Francia, Svizzera, Austria e Slovenia e applica le sue soluzioni, tutte ottenute tramite l’iniezione di resine, ai sistemi stradale, ferroviario, aeroportuale, portuale oltre che per edilizia pubblica e privata.

L’Azienda è attiva nei lavori di ripristino delle strutture senza interferire con la vita e l’attività delle persone, attraverso l’utilizzo di tecnologie innovative uniche e brevettate che agiscono in modo rapido e conservativo iniettando resine con precisione per il consolidamento di terreni e murature, arresto di infiltrazioni, riempimento di cavità, sollevamento di pavimentazioni, manufatti ed ancoraggi di muri controterra.

Per approfondimenti: Sistema Monumentale Uretek e uretek.it 

Condividi