Alcuni contenuti o funzionalità qui potrebbero non essere disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie!

Ciò accade perché la funzionalità/contenuto contrassegnato come “Facebook Pixel [noscript]” utilizza cookie che hai scelto di disabilitare. Per visualizzare questo contenuto o utilizzare questa funzionalità, ti preghiamo di abilitare i cookie: clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

Coperture con capriate in legno: conservare e non sostituire.


Il consolidamento per preservare la storicità e rendere sicuri i nostri beni. Il caso studio

Le capriate in legno sono largamente diffuse nelle chiese e nei beni storici, sono un’eredità del passato e testimoniano la cultura costruttiva del territorio. Un vero e proprio Patrimonio da preservare.

Ma non solo, sono anche importanti ai fini della sicurezza: le capriate sono infatti elementi portanti, sorreggono i tetti dei nostri edifici e sono soggette ad invecchiamento, degradi e dissesti, mettendo a rischio la stabilità del tetto e la sicurezza dell’edificio.

Il valore storico delle capriate è una caratteristica da preservare, ma allo stesso tempo le rende vulnerabili. Come fare allora per mantenerle stabili nel tempo?

Per rispondere raccontiamo l’intervento eseguito nella chiesa di S. Marta, ad Arona (Novara). Attraverso la soluzione Resistecto® sono state messe in sicurezza le capriate, preservando gli elementi lignei originali, adottando un approccio conservativo, sostenibile e certificato.

Nell’articolo trovate il riassunto del caso studio, potete scaricare la versione completa qui: Conservazione capriate S. Marta 

S. MARTA: IL RESTAURO DELLA CHIESA INIZIA DALLE CAPRIATE.

La chiesa di S. Maria di Loreto, detta S. Marta, sorge in una delle piazze centrali di Arona. Risale alla fine del XVI secolo e le sue capriate sorreggono il tetto dal 1620.

E’ stata protagonista di un intervento di restauro per riportare gli interni all’aspetto originale, e inizialmente non era previsto un intervento specifico sulle capriate. Ma il progettista e direttore dei lavori, l’Arch. Ziggiotto, ha notato immediatamente dei campanelli d’allarme: sulla volta erano visibili infiltrazioni estese e nella parte alta delle murature perimetrali erano presenti importanti fessure.

Per questo ha deciso di salire nel sottotetto e approfondire. Qui, ha riscontrato diverse anomalie: ad alcune capriate erano stati rimossi dei componenti, altre presentavano invece aggiunte non originarie, alcune travi esibivano fessure all’interno, un monaco risultava fuori piombo ed inoltre non era presente alcun sistema di controventatura per proteggere la copertura in caso di forte vento o sisma.

Alcuni dei segnali di criticità riscontrati: fessure poste in prossimità della copertura, puntoni spingenti senza catena, capriate con elementi lignei rimossi ed elementi lignei aggiunti, monaco fuori piombo.

COME VALUTARE E RISOLVERE LE CRITICITÀ DELLE CAPRIATE

Per la sicurezza della chiesa e per tutelare l’intervento di restauro da imprevisti dovuti alla copertura, il Direttore Lavori ha deciso di approfondire e risolvere le anomalie riscontrate. L’obiettivo era stabilire con certezza l’entità dei problemi e mettere in sicurezza la chiesa in via definitiva.

Si è affidato all’azienda Sicurtecto Srl, specializzata nella sicurezza delle capriate in legno, per due motivi principali:

  1. Prima di intervenire, le squadre di Sicurtecto Srl eseguono un’analisi preliminare della copertura e valutano le effettive esigenze delle capriate in legno, stabilendo se effettivamente serve intervenire e indicando in che modo.
  2. Sicurtecto Srl mette in sicurezza le capriate con Resistecto®, il consolidamento conservativo. Questo sistema abbraccia gli elementi lignei esistenti e va a integrarsi alle capriate presenti senza danneggiarle. Non fora il legno, non appesantisce la struttura e non richiede sostituzione degli elementi. 

Questi due parametri sono stati fondamentali, il primo perché il team Sicurtecto Srl fornisce un supporto tecnico specializzato a disposizione per capire come procedere in modo comprovato, e il secondo perché siamo in una chiesa storica, un bene vincolato, tutelato dalla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio, la cui conservazioneè fondamentale.

Resistecto: sistema conservativo e fasi di intervento complete

Per prima cosa, le squadre di Sicurtecto Srl sono salite nel sottotetto e, attraverso analisi diagnostiche strumentali e modellazione della copertura, hanno verificato il comportamento delle capriate, confermando i timori dell’Arch. Ziggiotto.

Oltre al problema dell’assenza di controventi, e quindi nessuna protezione in caso di vento forte o terremoto, sono infatti stati riscontrati problemi di capriate spingenti, una vulnerabilità comune che si verifica quando i puntoni si abbassano rispetto alla loro configurazione originaria e di conseguenza spingono verso l’esterno le murature su cui appoggiano, rischiando un ribaltamento delle facciate.

Le verifiche eseguite hanno comprovato che le fessure visibili sulle murature della chiesa erano proprio dovute alle capriate e puntoni che stavano spingendo verso l’esterno.

Le fessure sulle murature della chiesa sono dovute alle spinte generate dalle capriate

RESISTECTO®: INTERVENTO CONSERVATIVO APPROVATO DALLA SOPRINTENDENZA

Il team di Sicurtecto Srl ha realizzato un progetto che permettesse di risolvere le criticità riscontrate con un intervento locale e conservativo. Grazie alle diverse configurazioni del Sistema Resistecto® è stato previsto un unico intervento per risolvere tutte le problematiche.

La Soprintendenza ha approvato il progetto presentato utilizzando il sistema Resistecto®, in quanto risponde ai requisiti di restauro conservativo.

L’intervento è stato eseguito dalle squadre Sicurtecto Srl (Certificate SOA OG2), direttamente nel sottotetto, senza bisogno di ponteggi esterni e soprattutto senza dover rimuovere parte della copertura. Questo ha consentito di ridurre l’impatto del cantiere, i tempi e i costi connessi, particolare quest’ultimo da non trascurare.

Le componenti del sistema Resistecto® sono state realizzate su misura in modo da abbracciare con precisione ogni capriata, con fori per fare respirare il legno. Il sistema Resistecto® installato si integra alle capriate originarie, che sono rimaste intatte nella copertura, a testimoniare i 400 anni di storia passati e pronte per affrontare i prossimi in arrivo.

Al termine dei lavori è stata verificata la buona riuscita dell’intervento e rilasciati tutti i documenti che certificano la sicurezza della struttura della copertura

Inoltre le squadre di Sicurtecto Srl hanno impostato anche un calendario di controlli che l’azienda eseguirà periodicamente, per garantire il controllo delle capriate nella chiesa e dare un supporto continuativo nel tempo. 

Questo intervento è un esempio attuabile di salvaguardia dei beni ecclesiastici e dei beni storici in generale. L’adozione di Resistecto® è stata una soluzione sostenibile e conservativa, che ha consentito al Direttore Lavori di procedere con il restauro della Chiesa di S. Marta, senza il rischio che il problema si ripresenti.

La Parrocchia è tornata ad accogliere la comunità in sicurezza, salvaguardando le capriate originarie con un presidio che permette di mantenere il tetto stabile nel tempo. 

Il sistema applicato alle capriate originarie, abbracciano il legno senza danneggiarlo.

Il team di Sicurtecto Srl sta portando avanti un progetto di prevenzione delle capriate in legno, ed offre una consulenza gratuita per conoscere lo stato di salute delle capriate. Un’occasione per fare un check ai beni ecclesiastici. Si può richiedere gratuitamente alla pagina dedicata, cliccando qui.

Per scaricare il caso studio completo clicca qui.
Per scaricare la brochure Resistecto® visita la pagina Infopage

Condividi

Lascia un commento

Su questo sito web utilizziamo strumenti di prima o terza parte che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare rapporti sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare i nostri servizi/prodotti in modo appropriato (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.

Alcuni contenuti o funzionalità qui potrebbero non essere disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie!

Ciò accade perché la funzionalità/contenuto contrassegnato come “%SERVICE_NAME%” utilizza cookie che hai scelto di disabilitare. Per visualizzare questo contenuto o utilizzare questa funzionalità, ti preghiamo di abilitare i cookie: clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.