Avanguardia tecnologica per i beni culturali



L’Avanguardia Tecnologica nel Restauro e nella Manutenzione dei Beni Culturali e dell’Edilizia di Culto: Rilievi Laser Scanner 3D, Fotogrammetria, BIM e Virtual Tour

Elenco degli argomenti:

L’architettura, la progettazione e la conservazione dei beni culturali e dell’edilizia di culto sono ambiti che richiedono un equilibrio delicato tra preservare il passato e adattarsi alle esigenze del presente. Grazie ai progressi tecnologici, oggi è possibile utilizzare strumenti all’avanguardia per acquisire dati dettagliati e realizzare progetti di restauro e manutenzione con una precisione senza precedenti. In questo contesto, i rilievi laser scanner 3D, i rilievi topografici con droni per la fotogrammetria, la modellazione 3DS, il Building Information Modeling (BIM) e i virtual tour giocano un ruolo fondamentale. Scopriamo insieme l’importanza, la potenzialità e gli usi di queste tecnologie.

“L’architetto tecnologico è un innovatore visionario, che coniuga la creatività e la sensibilità artistica con la maestria nell’utilizzo delle tecnologie all’avanguardia per trasformare idee audaci in realtà concrete, plasmando un futuro all’insegna dell’eccellenza e dell’efficienza.”

arch. Edmondo Jonghi Lavarini
Pulpito di Sant’Andrea – Pistoia

1. Rilievi Laser Scanner 3D:
Il laser scanner 3D è un potente strumento che permette di acquisire dati dettagliati della superficie degli edifici e dei beni culturali in modo rapido ed efficiente. Questa tecnologia consente agli architetti e ai progettisti di catturare una quantità enorme di informazioni, inclusi dettagli architettonici e decorativi altrimenti difficili da rilevare con metodi tradizionali. I rilievi laser scanner 3D forniscono un modello digitale preciso dell’oggetto, consentendo di analizzare, progettare interventi di restauro e monitorare lo stato di conservazione nel tempo. (torna su)

Basilica di San Bernardino da Siena – L’Aquila

2. Fotogrammetria con Droni:
L’utilizzo di droni per eseguire rilievi topografici con fotogrammetria è una pratica in crescita nel settore dell’architettura e della conservazione dei beni culturali. Questi dispositivi possono sorvolare edifici complessi, chiese e siti storici, catturando una serie di immagini aeree ad alta risoluzione. La fotogrammetria elabora queste immagini per creare modelli 3D altamente dettagliati.

Questa metodologia è particolarmente utile per il rilievo di grandi superfici e per siti di difficile accesso. (torna su)

MISE – Ministero dello Sviluppo Economico – Ispettorato Lazio e Abruzzo

3. Modellazione 3D e BIM:
La modellazione 3D e il Building Information Modeling (BIM) sono strumenti essenziali per la pianificazione e l’esecuzione di progetti di restauro e manutenzione. La modellazione 3D permette di creare una replica virtuale dell’edificio o del bene culturale, mentre il BIM integra tutte le informazioni relative alla struttura, dai materiali utilizzati alle informazioni sui fornitori. Questo approccio consente di visualizzare in anticipo gli interventi di restauro, stimare i costi e valutare l’impatto delle modifiche proposte. (torna su)

Stazione Centrale di Milano

4. Virtual Tour:
I virtual tour offrono un’esperienza coinvolgente sia per gli architetti e i progettisti, sia per il pubblico. Attraverso la realtà virtuale, è possibile esplorare luoghi storici e culturali in modo interattivo. Questa tecnologia è particolarmente preziosa per coinvolgere i clienti, gli stakeholder e il pubblico in generale, consentendo loro di vivere una visita virtuale degli edifici o dei siti prima che siano effettuati i lavori di restauro. (torna su)

Archimeter S.r.l. opera nel settore dei rilievi architettonici, rilievi archeologici, rilievi strutturali, rilievi geologici ed ambientali, per ottenere elaborati tecnici e pubblicitari di presentazione e affiancare i professionisti nelle successive fasi di progettazione

Conclusioni:
Le tecnologie avanzate, come i rilievi laser scanner 3D, i rilievi topografici con droni per la fotogrammetria, la modellazione 3DS, il BIM e i virtual tour, hanno rivoluzionato il modo in cui affrontiamo il restauro e la manutenzione dei beni culturali e dell’edilizia di culto. Questi strumenti consentono una maggiore precisione nella raccolta di dati, una pianificazione più accurata e un coinvolgimento più profondo del pubblico. Gli architetti, i progettisti e i professionisti del settore hanno ora a disposizione un arsenale di tecnologie potenti per preservare il patrimonio culturale per le generazioni future, al passo con le sfide e le esigenze del nostro tempo. Investire in queste soluzioni tecnologiche all’avanguardia rappresenta un passo fondamentale verso un futuro in cui il passato e il presente si intrecciano armoniosamente. (torna su)

le immagini dei rilievi 3D di questo articolo sono tratte dal sito www.archimeter.it

Condividi

Lascia un commento