Alcuni contenuti o funzionalità qui potrebbero non essere disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie!

Ciò accade perché la funzionalità/contenuto contrassegnato come “Facebook Pixel [noscript]” utilizza cookie che hai scelto di disabilitare. Per visualizzare questo contenuto o utilizzare questa funzionalità, ti preghiamo di abilitare i cookie: clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.

L’ISOLAMENTO DEGLI EDIFICI STORICI CON IL BASALTO


Il risanamento dall’umidità e l’efficientamento energetico degli edifici storici è un tema molto dibattuto. Diverse sono le problematiche che si riscontrano, prima tra tutte la necessità di rispettare l’edificio dal punto di vista architettonico, artistico e materico.

Per questo la soluzione ideale è Nobilium®Thermalpanel dell’azienda Agosti Nanotherm srl. (sito web)

Che cos’è Nobilium®

Agosti Fabrizio (Linkedin), titolare dell’azienda, ha sviluppato con il coinvolgimento di differenti Università, Enti di ricerca ed istituzioni, un pannello con spessore compreso tra i 3 e 9 mm formato da una soluzione minerale naturale in veli di puro basalto, traspirante e con capacità di isolamento termico.

Pannello di Nobilium® in veli di basalto dell’azienda Agosti Nanotherm srl.


Perchè utilizzare Nobilium®

Quando è necessario restaurare l’intonaco di un edificio storico, potrebbe essere tecnicamente apprezzato l’inserimento del pannello Nobilium®.

Infatti nel normale spessore di un intonaco, (usualmente tra i 15 – 25 mm) la presenza del pannello in veli di basalto, aumenta l’isolamento termico dell’edificio, abbattendo le dispersioni energetiche attraverso le pareti opache trattate di circa il 30-40%. La sua presenza inoltre limita gli sbalzi termici all’interno dell’immobile aiutando a preservare eventuali dipinti e affreschi presenti sulle pareti interne.

Nobilium®Thermalpanel è circa dieci volte più traspirante rispetto al classico intonaco utilizzato per i restauri. La sua elevata traspirabilità non stravolge l’equilibrio igrometrico della parete evitando accumuli di umidità nella muratura agevolandone la fuoriuscita.

Dal punto di vista estetico il ridotto ingombro del Nobilium® annegato nel ciclo di rasatura della parete non ha ripercussioni sull’estetica dell’edificio.

Inoltre il fatto di essere un materiale coeso meccanicamente ( cucitura/agugliatura), aiuta a non perdere nel tempo le sue prestazioni termiche e meccaniche.

Le fibre di basalto compatibili con l’edilizia storica

Essendo Nobilium® un prodotto composto puramente da veli di basalto, risulta essere totalmente compatibile sia dal punto di vista chimico che meccanico con i materiali presenti negli edifici storici (pdf online). È un inerte minerale che si integra con altri inerti minerali presenti nei cicli del restauro.

In questo senso risulta anche essere reversibile poiché nel momento in cui si volesse sostituire l’intonaco, il pannello potrebbe essere facilmente asportato e interamente riciclato assieme ad esso.

Posa del Pannello di Nobilium® con strato di finitura


Come viene installato

A seguito della rasatura della parete con l’intonaco prescelto per il restauro, viene applicato il pannello dello spessore massimo di 9 mm. Viene poi steso l’intonaco di finitura prescelto diventando un corpo unico.

Grazie alla particolare tipologia produttiva (veli di basalto “cuciti” assieme dalla stessa fibra di basalto) il pannello viene posato senza l’uso della tassellatura meccanica, così da non “violentare” la parete dell’edificio storico.

Salubrità e smaltimento Nobilum®

Nobilium® può essere tranquillamente smaltito come rifiuto edile non speciale.

È un materiale sicuro in quanto la particolare e controllata produzione delle sue fibre minerali rispetta la nota R in merito al diametro minimo garantito, essendo prodotto in lunghi filamenti in continuo con diametro controllato.

La nuova facciata dell’Hotel Carnival Palace di Venezia restaurata con il pannello Nobilium®

Il caso dell’Hotel Carnival Palace di Venezia

L’hotel Carnival Palace di Venezia necessitava del rifacimento della finitura. L’utilizzo di Nobilium® assieme alla soluzione del tinteggio prescelta, ha permesso di riqualificare l’edificio non solo dal punto di vista estetico ma anche diminuendo le dispersioni termiche dell’immobile e migliorando la traspirabilità della murature. Tutto ciò in un ambiente vincolato e con le difficili caratteristiche ambientali di Venezia, rispettando l’edificio nella sua materia e architettura.

Arch. Paola Bettoni


Condividi

Lascia un commento

Su questo sito web utilizziamo strumenti di prima o terza parte che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare rapporti sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare i nostri servizi/prodotti in modo appropriato (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.

Alcuni contenuti o funzionalità qui potrebbero non essere disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie!

Ciò accade perché la funzionalità/contenuto contrassegnato come “%SERVICE_NAME%” utilizza cookie che hai scelto di disabilitare. Per visualizzare questo contenuto o utilizzare questa funzionalità, ti preghiamo di abilitare i cookie: clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.