Architettura

La nuova chiesa Salesiana a Dakar

Un laboratorio di Tesi che prende vita dai bisogni delle comunità locali e dal loro diritto alla qualità dell’abitare

L’Atelier di Tesi è tenuto dai prof. Sebastiano Nucifora e Alessandro Villari, coadiuvati dall’arch. Laura Marino.

Il punto di partenza di una Tesi di Laurea è il desiderio di voler esprimere le potenzialità maturate durante il percorso didattico. Ciò che, di norma, manca in questa esperienza, è una committenza con cui confrontarsi e, di conseguenza, il riscontro di come le scelte di progetto possano incidere in concreto sulla vita di una comunità. Cosa cambierebbe se il proprio desiderio fosse subordinato al bisogno degli altri, non per annullarlo, ma per sublimarlo e metterlo al servizio del bene comune?

Se lo scenario d’intervento fosse quello di un Paese in Via di Sviluppo, di una comunità fragile e altera da noi, dove da ogni scelta può dipendere la sopravvivenza delle persone, ecco che la risposta arriverebbe da sola.

L’idea di istituire presso il dArTe (Dipartimento di Architettura e Territorio dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria) un Atelier di Tesi che abbia per tema il progetto di architettura nei PVS, parte proprio dall’esigenza di ribaltare il punto di vista iniziale. Il progetto prenderà vita dai bisogni delle comunità e dal loro legittimo diritto alla qualità dell’abitare.

La partecipazione all’Atelier introduce lo studente al mondo della Cooperazione, sviluppando le tematiche della appropriatezza e della sostenibilità, delle culture abitative e delle tecnologiche locali, in un’ottica lavorativa post-laurea in grande espansione a livello internazionale.

Nel percorso formativo è previsto un viaggio di studio durante il quale vengono visitati i luoghi dei progetti proposti dai partner dell’Atelier (Ong, Comunità o Governi locali). Lo studente ha così la possibilità di entrare in relazione con il suo reale committente e calarsi nel contesto sociale e culturale di riferimento.

La Chiesa di Cristian Giannone, commissionata dalla missione salesiana Don Bosco che ha sede a Dakar, fa parte dell’Atelier svolto in Senegal nell’A.A. 17.18, e rientra nelle attività previste nell’accordo stipulato tra il dArTe e l’Ong VIS (Volontariato Internazionale per lo Sviluppo). Il premio ottenuto non è un caso isolato. Da circa 10 anni il dArTe si occupa di Architettura e Cooperazione nei paesi africani e, mentre è in corso la terza edizione (Senegal/Casamance), l’Atelier di Tesi sta mettendo a punto la sua quarta, in Ghana. Nelle due edizioni già portate a conclusione (Tanzania e Senegal), altri tre premi di carattere nazionale sono stati vinti dai nostri studenti, tra i quali la prestigiosa Medaglia d’Oro al Premio Italiano Architettura Sostenibile Fassa Bortolo organizzato dall’Università di Ferrara.

Nuova chiesa Salesiana a Dakar

Tipo di incarico: diretto (Attraverso l’Atelier di Tesi “Architetture per i Paesi in Via di Sviluppo” 2.0 Senegal)
Anno accademico 17-18
Nota Atelier di Tesi seconda edizione (Senegal)
Main Partner Atelier: VIS, Volontariato Internazionale per lo Sviluppo, Missioni Don Bosco. Progetto Stop Tratta.
Committente: Missione Salesiana di Dakar
Progettista: Cristian Giannone
Relatore: Alessandro Villari
Correlatori: Sebastiano Nucifora, Laura Marino

Dipartimento dArTe atelier di tesi “architettura per i paesi in via di sviluppo”

Docenti responsabili: Sebastiano Nucifora, Ricercatore ICAR 17 Alessandro Villari, Ricercatore

ASF (Architetti Senza Frontiere) Sicilia e Calabria. http://www.asfsiciliacalabria.org

Facebook Comments
Un mantello per la chiesa
2 Ottobre 2019
EXPIN S.r.l. Il monitoraggio strutturale al servizio del restauro
13 Novembre 2019