Luce e ambienti sacri

La Sanguineti addobbi realizza impianti illuminotecnici e installa addobbi con drappeggi e luci nei luoghi sacri, per parrocchie ed enti religiosi.

Gli impianti illuminotecnici

Per la Sanguineti addobbi l’impianto illuminotecnico delle chiese è parte integrante della liturgia sacra. In questo senso la luce è simbolo e strumento della manifestazione religiosa.
Per questo la luce è progettata principalmente per favorire la liturgia. Infatti se l’illuminazione non è idonea distrae il fedele. La luce deve favorire la preghiera creando un ambiente adatto a questo scopo.
Per questo servono elementi luminosi nascosti che proiettano una luce uniforme e diffusa.

Gli impianti illuminotecnici di Sanguineti addobbi sono realizzati sulla base di un progetto digitale specifico per ogni caso. L’azienda Sanguineti sceglie la tipologia di proiettori e faretti tra diverse case produttrici, i più adatti al luogo da illuminare. A seguito della scelta l’azienda esegue delle prove di illuminazione direttamente sul luogo per verificare come la luce si diffonde, in base ai colori e ai materiali presenti. Infine avviene l’installazione. Grazie a questo studio dettagliato di ogni specifico caso si ottiene l’effetto desiderato.

Pro e Contro fra un impianto sinottico analogico e domotico digitale

Nuovo impianto illuminotecnico in una antica chiesa

La realizzazione di un nuovo impianto illuminotecnico all’interno di una antica chiesa necessita di una particolare attenzione e sensibilità. Infatti possono esserci difficoltà strutturali come il posizionamento dei proiettori su cornicioni e ringhiere. Se questi supporti non sono idonei, Sanguineti ne realizza specifici, sicuri e non invasivi.
Anche il passaggio dei cavi di illuminazione deve essere di minimo impatto. Ben nascosti, seguono la linea architettonica degli elementi presenti. Inoltre per diminuire la quantità di cavi elettrici, Sanguineti installa sistemi di accensione wi-fi dei lampadari con accensione tramite telecomandi e da remoto.

L’azienda Sanguineti predilige l’installazione di impianti sinottici, impianti di tipo “meccanico”.
Questo tipo di impianto è più resistente rispetto ad uno domotico se non è presente un adeguato impianto di parafulmine nello stabile. L’impianto sinottico è molto versatile e può essere impostato con differenti scenari luminosi. In contemporanea fornisce inoltre la possibilità accendere differenti punti luce. È un impianto resistente agli agenti atmosferici. Un fulmine ad esempio potrebbe danneggiare singoli elementi senza compromettere l’intero sistema illuminotecnico.

Nuovo impianto elettrico ed illuminotecnico presso la chiesa di N.S. dell’Ulivo Chiavari (Ge)
Gli addobbi con tessuti, tende e lampadari per la festa della Chiesa

Gli addobbi

Sanguineti Addobbi è specializzata anche nella realizzazione di addobbi delle chiese con drappeggi e lampadari. (guarda la video intervista a questo link video)
L’installazione degli addobbi avviene per eventi straordinari come Festività Patronali, incardinature oppure per addobbare palchi.

La progettazione scenografica dei decori è fatta seguendo la linea architettonica dell’edificio o del palco. Solitamente gli addobbi con drappeggi e lampadari sono posizionati sopra gli archi dell’altare e lungo le navate in modo scenografico. I colori dei drappeggi sono scelti in base al Santo celebrato o alla scopo della funzione liturgica dell’occasione. In un ambiente moderno si scelgono addobbi che ben si intonano col contesto.

L’addobbo di un luogo di culto è composto da differenti elementi: i drappeggi, l’illuminazione con lampadari e il posizionamento di faretti o proiettori. Questi ultimi sono aggiunti per esaltare i drappeggi piuttosto che la platea o elementi di particolare importanza.

I tessuti dei drappeggi sono in stile barocco e sono realizzati in seta, Raion, damasco o Velluto Soprarizzo. I più recenti sono in tessuto ignifugo. I più preziosi risalgono alla fine del settecento.

Gli addobbi luminosi sono composti da lampadari a goccia, di diverse misure e grandezze. Le lampadine usate per i lampadari sono tutte a LED a luce calda.

Addobbo con velluti, damaschi e lampadari in occasione del centenario dell’incoronazione della Madonna presso la Cattedrale Metropolitana di San Lorenzo (Ge)

L’incardiantura nella cattedrale metropolitana di Genova del Cardinale Tettamanzi fu un eccezionale esempio di addobbo. Vennero installati oltre settanta lampadari decorativi e millecinquecento metri quadri di stoffe di drappeggi. Simile vastità di addobbi Sanguineti realizzò nella stessa cattedrale per l’incardinatura dei cardinali Bagnasco e Bertone.

I lampadari

Sanguineti addobbi realizza nuovi lampadari ed esegue il restauro di quelli antichi.

I restauri dei lampadari

Il lampadario da restaurare è prima di tutto oggetto di un accurato book fotografico che lo immortala nel suo stato di fatto. Il restauro è eseguito tramite trattamento antitarlo e consolidamento delle parti lignee. I pezzi in cristallo o vetro sono smontati uno per uno, lavati più volte e ritessuti con filo in ottone nella struttura del lampadario, come in origine. Una specializzata ditta veneziana riproduce fedelmente gli elementi in vetro degradati o mancanti. Eccezionale esempio di restauro è il lampadario della Basilica di Santa Maria degli Angeli in Assisi, composto da circa ottomila elementi.

Ritessitura dei cristalli dei lampadari della Basilica Santa Maria degli Angeli, Assisi

I nuovi lampadari

I nuovi lampadari sono realizzati soprattutto in stile Luigi XV con fusto in legno dorato e supporti in ferro dorati. Sanguineti addobbi realizza anche lampadari in stile Impero con cerchi in ferro e ciondoli. Crea inoltre nuovi lampadari su esclusivo progetto del cliente.

Ulteriori servizi

Sanguineti addobbi realizza inoltre impianti elettrici e di riscaldamento a raggi infrarossi per gli edifici di culto.

Arch. Paola Bettoni

Condividi